Le 5 frasi da evitare se non vuoi litigare

Iscrizione

Discrezione
garantita al 100%!

Iscriviti


Incontri sicuri, veri e discreti!
Una sola condizione: nessun falso utente!
Migliaia di persone iscritte in tutto il mondo!

categoria: Attualità

Le 5 frasi da evitare se non vuoi litigare

A volte è proprio il caso di mordersi la lingua!


Quando si è in coppia, ci sono frasi che sarebbe meglio non uscissero mai dalla bocca… anche perché una volta uscite, l’effetto “valanga” è assicurato! Prendi carta e penna, allora, se ci tieni a preservare l’armonia!


“Lo fai sempre” / “Non lo fai mai”

In linea generale, far notare continuamente mancanze e difetti non è mai molto carino. Certo, se qualcosa non va, bisogna farlo presente e, se un comportamento ti dà particolarmente fastidio, è meglio metterlo in chiaro subito. Ma criticare senza sosta con commentini e uscite sarcastiche ogni suo piccolo deficit è quanto di più fastidioso e frustrante si possa fare in coppia. E alla lunga finisce per erodere anche il più solido degli affetti. In amore, come nella vita, un approccio positivo ripaga sempre e, nella coppia, porta buonumore e complicità!


“Te l’avevo detto, io”

La saggezza del senno del poi non piace a nessuno. È seccante e di certo non cambia lo stato delle cose. Probabilmente, se avesse seguito il tuo consiglio, il risultato sarebbe diverso, ma che ci si può fare… gli uomini sono testoni! Invece di mettere il dito nella piaga, cerca di essere comprensiva e solidale. Anche perché uscirsene con un accondiscendente “te l’avevo detto” lo farà solo sentire in colpa, molto stupido e poco apprezzato. E, magari, pure arrabbiato con te.


“Mi è piaciuto ma…”

In coppia, i finti complimenti e le mezze verità non sono mai una buona idea. E sotto le lenzuola ancora peggio. Se la performance sessuale appena conclusa ti ha lasciato insoddisfatta, non c’è cosa peggiore che indorare la pillola. Con un uomo bisogna essere dirette. Sì, mi è piaciuto. No, non mi è piaciuto. E se qualcosa non ti è piaciuto, dillo chiaramente e parlatene insieme. Ma non iniziare la critica con un mezzo complimento, è fuorviante e destabilizzante.


“I tuoi amici sono…”

Quando lui decide di introdurti nella sua cerchia e condividere con te i suoi affetti più stretti, è davvero un passo importante per una coppia appena nata. Significa che ti sta invitando a far parte del suo mondo e ti sta dando la possibilità di conoscerlo nel modo più intimo, attraverso gli occhi di chi lo conosce da tanto tempo. Ma ricorda che i suoi amici sono, appunto, i suoi. Tu puoi anche non andarci d’accordo, ma criticarli è davvero la cosa peggiore che potresti fare. Anche perché a quel punto lui si sentirebbe in dovere di dividersi tra te e loro. Con tutte le conseguenze negative che sappiamo.


“È finita”

A meno che tu non lo intenda sul serio, usare la minaccia della rottura a ogni minimo litigio è come la storia del bambino che gridava “al lupo, al lupo”. All’inizio può scatenare la reazione desiderata (farlo scusare, farlo tornare sui suoi passi, cambiare qualcosa), ma alla lunga non ci crederà più, e sarà peggio. Ci sono molti modi per esprimere il proprio malcontento di fronte a una situazione che non ci piace. Come comunicare, spiegare, parlarne. Dire “è finita”, significa esattamente il contrario: chiudere ogni forma di comunicazione, di apertura. E anche se poi farete pace, il fantasma di questa frase è difficile da scacciare. E rimane come una spada di Damocle sopra le vostre teste.