Corna e senso di colpa: perché le donne italiane sono quelle che si pentono di meno

Iscrizione

Discrezione
garantita al 100%!

Iscriviti


Incontri sicuri, veri e discreti!
Una sola condizione: nessun falso utente!
Migliaia di persone iscritte in tutto il mondo!

News postata il 21/11/2019, categoria: Attualità

Corna e senso di colpa: perché le donne italiane sono quelle che si pentono di meno

In Italia 7 donne infedeli su 10 non sono pentite di aver tradito, ma solo perché l’amante è poi diventato il fidanzato ufficiale.


Le donne italiane non vivono necessariamente l’infedeltà con il senso di colpa: lo dice un’indagine* condotta da IFOP – Institute Français d’Opinion Publique - e commissionata da Gleeden, il più importante portale per gli incontri extraconiugali in Europa, su un campione di 5.000 donne europee, di cui 1.000 italiane.

Secondo l’ultimo Osservatorio Europeo sull’Infedeltà Femminile, solo un terzo delle donne che hanno tradito si è poi pentito di averlo fatto, in passato o recentemente (36%). E sono in particolare le italiane, quelle che vivono l’infedeltà con meno senso di colpa: il 70%, rispetto al 52% di inglesi, 65% di tedesche e 61% di spagnole.

Questo rapporto disinibito con l’infedeltà c’entra sicuramente con il fatto che per molte delle donne intervistate non si è trattato solamente dell’avventura di una notte. Per circa quattro europee su dieci (39%) – e una italiana su tre (37%) – l’amante è infatti diventato il partner ufficiale.

In Italia, questo succede soprattutto al Nord Italia, dove la percentuale di pentite scende al 23% (contro il 47% del Meridione) e quella di coppie nate dal tradimento sale al 41% (contro il 25% del Centro Italia e il 37% del Sud).

Quando l’infedeltà viene vissuta come la conseguenza di una crisi profonda e irreparabile della coppia, non viene più interiorizzata come un peccato, di cui pentirsi e fare ammenda, ma come un periodo di transizione strumentale alla ricerca di un nuovo potenziale partner fisso. Secondo François Kraus, direttore del dipartimento “Genere, sessualità e salute sessuale” presso IFOP e responsabile dell’indagine, questo riporterebbe lo “sgarro” nel quadro della relazione sentimentale stabile. «In generale, il fatto che una parte significativa delle storie extraconiugali sia alla genesi di molte nuove coppie dimostra la forza del concetto di “coppia” e delle aspettative legate alla vita coniugale: le donne, invece che piangere sulle ceneri di una relazione finita, preferiscono focalizzare le proprie energie in una nuova storia senza dover aspettare la fine della precedente».

Di conseguenza l’infedeltà non è più tale, in quanto si è consumata quando la storia ufficiale era già – almeno nella testa e nel cuore della donna – finita da tempo. Concetto che viene poi completamente legittimato quando l’altra persona diventa il nuovo compagno ufficiale. «L’ordine delle cose viene così ristabilito, in una sorta di giustizia machiavellica che cancella l’infamia del misfatto commesso e lo trasforma in un atto romantico, poetico e necessario».

Il fine giustifica i mezzi, insomma. E per le donne italiane, ben vengano le corna se servono a trovare un partner migliore. Come Superwoman, ad esempio, che sul sito di incontri extraconiugali Gleeden ha trovato proprio il suo attuale compagno e che scrive: «Gleeden mi ha permesso di incontrare colui che stavo cercando, un amico speciale che mi fa sentire Donna in ogni momento, che sia al ristorante, a letto, o in mezzo a una discussione! E anche se abbiamo entrambi ben più di 60 anni, il vostro sito ci ha permesso di vedere che potevamo essere ancora felici nonostante l’età».

«Riceviamo decine di lettere di donne felici che hanno coronato un nuovo sogno d’amore con un uomo conosciuto su Gleeden, e che venivano da relazioni ufficiali ormai esaurite, logore, e insoddisfacenti – spiega Sybil Shiddell, Country Manager Italia di Gleeden. – Grazie alla privacy e alla discrezione fornite dalla piattaforma, hanno potuto conoscere e innamorarsi di una nuova persona, e questo ha dato loro lo slancio necessario per prendere la decisione, dolorosa ma necessaria, di chiudere il rapporto precedente. Non sempre l’infedeltà viene per nuocere, e per molte donne si tratta di uno passaggio fondamentale per raggiungere nuovamente la felicità».


Ti è piaciuta questa news? Segui il nostro blog!